Posta Elettronica Certificata – Dal 29 novembre 2011 obbligatoria per tutte le società

Il prossimo 29 novembre 2011 scadrà il termine entro il quale tutte le società dovranno comunicare al Registro delle imprese il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC).

L’obbligo, introdotto dalla legge 28 gennaio 2009 n° 2, si rivolge a tutte le imprese costituite in forma societaria, quindi anche le società di persone, mentre esclude, ad esempio, le ditte individuali, le fondazioni o le associazioni per le quali la PEC resta facoltativa e pertanto tutte le comunicazioni potranno avvenire anche attraverso la PEC di un intermediario incaricato (ad es. il professionista).

Vediamo però quelle che sono le conseguenze dell’eventuale inadempimento a detto obbligo. La norma citata non ha previsto forme sanzionatorie speciali per chi non dovesse comunicare l’indirizzo di PEC entro il termine stabilito e quindi si applicherà la norma generale contenuta dall’art. 2630 del Codice Civile in tema di “omessa esecuzione di denunce, comunicazioni o depositi” che prevede una sanzione da € 206 a € 2.065 a carico di chi omette di eseguire, nei tempi prescritti, denunce, comunicazioni o depositi presso il registro delle imprese e quindi a carico del legale rappresentante.

Come noto, il termine del 29 novembre è valido per tutte le società costituite prima del 20 novembre 2008, mentre per quelle costituitesi successivamente, l’obbligo sussiste al momento stesso dell’iscrizione al Registro.

Abbiamo detto che l’obbligo in questione è in capo al legale rappresentante.

Un dubbio che è stato più volte sollevato è quello relativo alla possibilità, qualora quest’ultimo fosse legale rappresentante di più società, di presentare la stessa casella di PEC per tutte le società (o comunque per più di una).

Il provvedimento citato non precisa la questione e questo fa propendere affinché ciò sia possibile anche se non vi sono dubbi che vada inviata una comunicazione per ciascuna società.
Si fa comunque notare che sarebbe opportuno dotare ciascuna società di un suo specifico indirizzo di PEC anche per ovviare ai disagi di un eventuale cambio qualora si dovesse modificare il legale rappresentante.

www.registroimprese.it

Condividi questo post


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi