PEC – Niente sanzioni fino a fine anno

Come era presumibile, il Ministero dello Sviluppo economico, con Circolare n° 224402 del 25 novembre 2011 ha diffuso importanti integrazioni alle precedenti comunicazioni riguardanti l’obbligo di dotazione della PEC per le Società e relativa trasmissione al Registro delle imprese, previsto per il 29 novembre prossimo.

Oggetto dei chiarimenti è la sanzione applicabile alle società inadempienti. Sebbene, infatti, non vi sia stata una vera e propria proroga del termine, a causa delle numerose segnalazioni dei soggetti gestori del sistema PEC di non riuscire a far fronte alle richieste di nuovi indirizzi PEC concentratasi negli ultimi giorni, il Ministero ha comunicato alle Camere di Commercio di ritenere come “corretto adempimento” anche quello tardivo, rimandando l’applicazione della sanzione a dopo il 31 dicembre 2011.

L’importo della sanzione era stato chiarito dal Ministero con la Circolare n° 3645/C-2011 (applicazione dell’art. 2630 del Codice Civile) e successivamente dimezzato dalla L. n° 180/2011 (da una sanzione minima di € 103 a una massima di € 1.032), con avvertimento che se la comunicazione avviene nei 30 giorni successivi alla scadenza dei termini prescritti, la sanzione amministrativa pecuniaria viene ridotta a un terzo.

Condividi questo post


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi