La Germania promuove Internet “servizio essenziale”

Dopo Francia e Finlandia, anche la Corte di Giustizia tedesca di Karlsruhe ha sancito l’obbligo di risarcimento in caso di interruzione della connessione.

La Corte di Giustizia ha, infatti, stabilito che i consumatori hanno diritto ad un rimborso pecuniario nel caso di interruzione del servizio internet. In quella che dai media tedeschi è stata definita una sentenza storica (sebbene in Francia e Finlandia ci fossero state già sentenze in questo senso), il giudice dell’Alta Corte di Karlsruhe ha deliberato che Internet è un servizio “essenziale” e che la sua interruzione va risarcita dal provider.

La sentenza in questione rappresenta l’epilogo di una richiesta risarcitoria inoltrata da un cittadino rimasto senza collegamento Adsl per due mesi fra il 2008 e il 2009.
Il provider in primo grado era stato condannato al risarcimento per l’interruzione della linea telefonica trattandosi di una linea VoIP, ma non per internet. Il querelante ha proposto appello chiedendo che gli venisse riconosciuto il giusto risarcimento anche per quest’ultimo servizio e la Corte gli ha dato ragione.

La corte tedesca ha motivato la sentenza paragonando il ruolo di internet a quello dell’auto. “Internet gioca un ruolo molto importante al giorno d’oggi, e interviene in maniera determinante nella vita privata di un individuo – si legge nella sentenza – per questo, l’impossibilità di usare Internet è paragonabile all’impedimento dell’utilizzo dell’auto”.

“Vista la facilità di accesso alle informazioni, internet assume oggi un ruolo ancor più importante di quello di altri mezzi di comunicazione di massa come la carta stampata e la Tv o di strumenti come le enciclopedia. La rete consente uno scambio di informazioni a livello globale, attraverso le email, i forum, i blog e i social media. Sta inoltre diventando sempre più importante per fare affari e per adempiere agli obblighi di servizio pubblico”, sottolinea ancora la sentenza.

La Germania ha quindi dimostrato di ritenere il Web una componente fondamentale del quotidiano che va salvaguardata.

Condividi questo post


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi