Intervista dell’avv. Michela Terribile su RadioMonteCarlo sulla CENSURA

Dal cinema ad internet si pensava che la censura appartenesse al passato ed invece oggi è più attuale che mai.

Nella cinematografia la censura opera attraverso le disposizioni di una legge risalente addirittura la 1962 e nonostante qualche modifica è sostanzialmente invariata, mentre nel resto del mondo assistiamo a scenari molto diversi.

Negli USA , ad esempio, vige un sistema di autoregolamentazione gestito dagli stessi produttori che mira ad adattare un film al maggior numero possibile di spettatori, rispondente, quindi, più a logiche economiche che “morali”. In Cina, invece, la censura è particolarmente stringente, sebbene anche in questo caso il mercato e le ragioni economiche non siano di poco conto, e sta investendo qualsiasi mezzo di comunicazione, internet in primis.

A questo riguardo è opportuno segnalare la recente dichiarazione di Twitter che ha annunciato che adotterà un sistema di censura per i messaggi inviati in rete dai suoi utenti, che si adatterà alle specifiche esigenze dei singoli Paesi… come dire … la Cina (e non solo) è un mercato troppo attraente per non esserci!

ASCOLTA L’INTERVISTA:

Condividi questo post


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi