Decreto Pisanu e Milleproroghe – Il wi-fi non si tocca

Il 24 dicembre è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il decreto Milleproroghe 2011 che ha riguardato anche il c.d. decreto Pisanu (d.l. 144/2005).

Il decreto Milleproroghe ha previsto esclusivamente il rinnovo fino al 31/12/2012 delle disposizioni contenute nel comma 1 dell’art. 7 del decreto Pisanu, lasciando la situazione totalmente invariata rispetto al 2011.

I timori iniziali circa la possibilità che si ripristinassero norme stringenti per l’uso del wifi in Italia sono stati almeno per il momento superati.

Il decreto Milleproroghe riporta la modifica così come segue:

ART . 33 (Proroga del termine in materia di disciplina amministrativa degli esercizi pubblici di telefonia ed internet)

1. All’articolo 7, comma 1, del d.l. 27 luglio 2005, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005, n. 155, le parole “fino al 31 dicembre 2011″ sono sostituite dalle seguenti “fino al 31 dicembre 2012″.

MOTIVAZIONE:
E’ prorogato, per l’anno 2012, l’obbligo di acquisire la licenza di pubblica sicurezza per lo svolgimento delle attività di pubblico esercizio o di circolo privato, nei quali siano posti a disposizione del pubblico apparecchi terminali utilizzabili per le comunicazioni anche telematiche (c.d. “internet point”).

Secondo le segnalazioni provenienti dagli uffici di polizia permane tuttora la necessità di prevedere il previo rilascio della licenza di pubblica sicurezza al fine di poter attivare i previsti, conseguenti controlli, nonché di disporre le prescrizioni ritenute necessarie per il pubblico interesse, emanando altresì eventuali provvedimenti inibitori.

Condividi questo post


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi