Il “Decreto del Fare” liberalizza il wi-fi

Il Consiglio dei Ministri di oggi, sabato 15 giugno 2013, ha varato un provvedimento contenente 80 misure per la crescita del Paese, mentre è stata rinviata alla prossima settimana la discussione sul disegno di legge in materia di semplificazioni. Il provvedimento risponde alle 6 Raccomandazioni della Commissione Europea agli Stati Membri e in particolare all’Italia del 29 maggio scorso (Raccomandazioni specifiche per ciascun Paese). Fra le linee di intervento proposte dalla Commissione, si evidenzia la necessità di “potenziare la capacità infrastrutturali concentrandosi sulle interconnessioni energetiche, sul trasporto intermodale e, nelle telecomunicazioni, sulla banda larga ad alta velocità, tra l’altro al fine di superare le disparità tra Nord e Sud”.

Attualmente il testo del decreto non è ancora disponibile, ma da Palazzo Chigi è stata fornita una sintesi che evidenzia, fra le misure relative all’Agenda digitale, la liberalizzazione dell’accesso ad Internet, come avviene in molti Paesi europei. Il wi-fi però non sarà totalmente privo di controllo. Resta, infatti, l’obbligo del gestore di garantire la tracciabilità mediante l’identificativo del dispositivo utilizzato.

Ciò vuol dire che, a fronte di un’offerta ad internet libera, senza più l’identificazione personale dell’utilizzatore, l’ISP dovrà comunque poter risalire al dispositivo (tablet, smart-phone o pc) utilizzato.

Attendiamo quindi di poter visionare presto il testo del decreto e le misure che le parti in causa (mi riferisco in particolare al Garante per la Privacy) vorranno porre in essere per dettare le regole di questa liberalizzazione!

Condividi questo post


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi